PØNK è un lavoro ibrido, un connubio fra fotografia e illustrazione digitale. 
In realtà non è solo questo, vedi, pØnk è nato in un momento dove avevo perso un po' traccia di chi ero, della mia identità: sono sempre "quella delle foto ai concerti", e voglio tenermi stretta il mio primato, i miei personali granelli di sabbia. 
Tutti i soggetti sono stati fotografati dal 2016 ad oggi: non importa che voi sappiate chi essi sono, la loro storia, in che gruppo suonano. 
Godetevi i gesti, le luci, i supereroi, i re, i mostri, i personaggi di questa mia personale collezione.
PØNK è il rumore che fa una testa vuota: la mia.
Back to Top